Categoria

Spese detraibili

  1. Spese di istruzione, scolastiche e universitarie

    Le tipologie di spese di istruzione o scolastiche detraibili, sia pubblici che privati, sono:le spese per la retta dell'asilo nido;le spese per la retta della scuola materna;le spese della mensa e/o somministrazione dei pasti;le spese di assicurazione;le spese per le gite di istruzione;ecc.

  2. Bonifico che consente detrazione

    Il bonifico che consente la detrazione dei lavori di ristrutturazione e risparmi energetico è necessario che contenga la causale, il codice fiscale dell' ordinante e la partita iva dell' impresa che ha eseguito i lavori.

  3. Detrarre le infrastrutture colonnine di ricarica

    La detrazione delle colonnine di ricarica dei veicoli ad energia elettrica è possibile per le spese sostenute dal dall’1/3/2019 al 31/12/2021.

  4. Spese detraibili per attività sportive dei ragazzi

    Le spese detraibili per attività sportive dei ragazzi sono quelle che vengono pagate alle Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) e alle Società Sportive Dilettantistiche (SSD).

  5. Quali lavori sono considerati ristrutturazione

    I lavori che possono essere considerati di ristrutturazione sono di seguito elencati e per alcuni di questi bisogna entrare nel merito della tipologia di lavoro che potrebbe essere considerato di ordinaria manutenzione invece che straordinaria manutenzione.

  6. Quali sono i limiti per le detrazioni

    A partire dal 2020 sono state inserite alcune limitazioni per beneficiare delle detrazioni fiscali.

  7. Altre tipologie di interessi di mutui detraibili

    Le altre tipologie di interessi di mutui detraibili sono:per l' acquisto di altri immobili ma che sono stati stipulati prima del 1993;interessi di mutui per la ristrutturazione ma stipulati nel 1997;interessi di mutui per la costruzione dell' abitazione principale;interessi di mutui o prestiti agrari.

  8. Lavori condominiali detraibili come spese ristrutturazione

    I lavori condominiali detraibili come spese di ristrutturazione sono per la maggior parte identiche a quelle consentite per la singola unità abitativa, a differenza sono però certificate dall' amministratore condominiale.

  9. Tracciabilità dei pagamenti per la detrazione

    La tracciabilità dei pagamenti per la detrazione delle spese sostenute vuol dire che i pagamenti di quelle spese che devono essere detratte non devono essere pagate in contanti.

  10. Documenti da consegnare in copia e conservare in originale

    Le copie dei documenti che dimostrano la spesa di cui si vuole usufruire del rimborso nella dichiarazione dei redditi devono essere conservati insieme alla stampa della dichiarazione

  11. Erogazioni liberali a favore di istituti scolastici

    È possibile la detrazione delle erogazioni liberali fatte agli istituti scolastici. Il pagamento deve essere fatto con bonifico, certe di credito o prepagate, assegni o tramite bollettino postale.

  12. Quale tipologia di codici sono da indicare per la ristrutturazione

    La tipologia di codici da indicare per la compilazione delle spese di ristrutturazione nei righi da E41 a E43 vanno da 2 al 13. Di seguito il dettaglio:

  13. Superbonus 110%

    A partire dal 1/7/2020 fino al 31/12/2021 è possibile la detrazione delle spese sostenute per specifici lavori edili che è maggiore rispetto all'importo complessivo appunto 110 per cento. Inoltre si ha la possibilità di optare per la cessione del credito d'imposta o per uno sconto nella fattura del fornitore.

  14. Detrazione delle spese veterinarie

    È possibile la detrazione delle spese veterinarie sostenute per la cura di animali. L’importo massimo detraibile è per un massimo di euro 387,34 da cui viene decurtata la franchigia.

  15. Detrazione spese frequenza asili nido

    E' possibile la detrazione delle spese pagate per la frequenza di asili nido e la spesa massima detraibile è di euro 632 per ogni figlio. In questa categoria rientra anche la sezione primavera.

  16. Lavori di sistemazione del giardino

    Nei lavori di sistemazione del giardino. cosiddetto "Bonus Verde" è consentito detrarre le seguenti spese compresa la progettazione e la manutenzione, ma solo per gli edifici ad uso abitativo:...

  17. Quali lavori per Bonus 110%

    I lavori che consentono il Bonus 110% sono la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e l’isolamento termico detti interventi “trainanti” cioè che consentono di poter detrarre con la stessa percentuale 110 anche altri lavori per risparmio energetico.

  18. Detrazione affitto per studenti universitari

    E’ possibile la detrazione dell’affitto o per canoni relativi a contratti di ospitalità pagati da studenti universitari la cui residenza è di almeno 100 chilometri dal luogo, e comunque in una provincia diversa, dove è localizzata l’Universita’.

  19. Erogazioni liberali e contributi in denaro di vario tipo

    Le erogazioni liberali e contributi in denaro detraibili dalla dichiarazione dei redditi sono di vario tipo:Erogazioni liberali a favore delle popolazioni colpite da calamità;Erogazioni liberali a favore di società e associazioni sportive dilettantistiche; ecc.

  20. Spese per l' arredo di immobili ristrutturati

    E' possibile la detrazione di spese per l' arredo di immobili ristrutturati nella misura del 50% e per un massimo di spesa di euro 10.000 per unità immobiliare che è oggetto della ristrutturazione.

  21. Pagamenti alle agenzie immobiliari per l’acquisto dell’abitazione principale

    E’ possibile La detrazione dei pagamenti fatti alle agenzie immobiliari per l’acquisto dell’abitazione principale. L’importo massimo detraibile è di 1.000 euro e la spesa viene detratta in base alla percentuale di proprietà.

  22. Detrazione spese per addetti all’ assistenza personale

    Sono detraibili le spese sostenute per gli addetti all’ assistenza personale nei casi di non autosufficienza che deve risultare da certificazione medica.

  23. Spese arredo per giovani coppie e detrazione iva abitazione classe energetica A o B

    Non è più possibile la detrazione delle spese di arredo per giovani coppie che è stato riconosciuto solo per l'anno 2016, e per l' iva su acquisto di abitazione in classe energetica A o B che è stata riconosciuta solo per gli anni 2016 e 2017.

  24. Spese che si possono detrarre

    Le spese più diffuse sono quelle che si possono detrarre e al contrario delle spese deducibili, con una percentuale a partire da 23%, hanno un'aliquota per la maggior parte al 19%.

  25. Detrazione spese funebri

    È possibile la detrazione delle spese funebri pagate per persone indipendentemente dal vincolo di parentela. L’importo massimo detraibile è di euro 1.550 riferito a ciascun decesso.

  26. Tipologie di spese per risparmio energetico

    Le tipologie di spese per risparmio energetico vanno suddivise in base alla percentuale di detrazione che viene suddivisa in 10 anni e i righi che vanno compilati sono E61 ed E62; di seguito l' elenco degli interventi detraibili:

  27. Differenza tra detrazione e deduzione di spese

    La differenza tra detrazione e deduzione di spese che possono essere inserite nella dichiarazione dei redditi, è quella che le spese in detrazione consentono la possibilità di recuperare una percentuale sulle imposte pagate mentre le spese in deduzione vengono portate in diminuzione della reddito percepito un anno, quindi l’importo recuperato.

  28. Spese relative a beni in regime vincolistico

    E' possibile la detrazione delle spese relative a beni in regime vincolistico, sostenute da quei contribuenti obbligati alla manutenzione, protezione e restauro di questi beni secondo le disposizioni del Codice dei beni culturali e del paesaggio.

  29. Detrazione affitto pagato per abitazione principale

    E' possibile la detrazione dell'affitto pagato per l' abitazione principale se si è in possesso di un certo importo di reddito complessivo. Nel prospetto di seguito in dettaglio si trova la corrispondenza tra il reddito e la detrazione:...

  30. Spese mediche che possono essere recuperate

    Le spese mediche, che possono essere recuperate nella dichiarazione dei redditi, sono costituite dagli scontrini fiscali della farmacia per l' acquisto di medicine e dispositivi medici, e le fatture/ricevute per le prestazioni mediche. Non è detraibile l' acquisto di parafarmaci e di tutti quei prodotti che non sono riconosciuti come detraibili, e il pagamento di prestazioni mediche che non sono eseguite da figure professionali riconosciute.

  31. Detrazione dei contributi per il riscatto della laurea dei familiari

    E' possibile la detrazione dei contributi versati per il riscatto della laurea dei familiari a carico che non hanno ancora iniziato l' attività lavorativa e che quindi non sono iscritti a nessuna forma obbligatoria di previdenza.

  32. Lavori condominiali di ristrutturazione

    I lavori condominiali di ristrutturazione in dichiarazione dei redditi sono certificate dall’ Amministratore di condominio e quindi per poterle portare in detrazione è sufficiente una dichiarazione scritta da quest’ultimo dove sono indicate l’ elenco delle spese sostenute

  33. Familiari a carico

    I familiari possono considerarsi a carico, cioè quando gli stessi non sono in possesso di un reddito superiore a 2.840,51 e quindi si ha diritto ad un detrazione sulle imposte da pagare e inoltre se si sostengono per loro delle spese detraibili dalla dichiarazione.

  34. Premi pagati per la stipula di contratti di assicurazione

    E' possibile la detrazione dei premi pagati per le assicurazioni sulla vita, per gli infortuni, per la tutela di persone con disabilità grave, per il rischio di non auto sufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana e per il rischio di eventi calamitosi.

  35. Spese di ristrutturazione più diffuse

    Le spese di ristrutturazione più diffuse sono: la sostituzione della caldaia; l' installazione dei condizionatori tipo "pompe di calore" che possono generare anche calore; l' installazione dell' impianto di allarme; l' installazione di stufe a legna o pellet; ecc.

  36. Detrazione spese mediche dei familiari

    E' possibile recuperare la detrazione delle spese mediche dei familiari a carico e anche dei familiari non a carico per le spese sostenute per patologie esenti. I familiari per essere considerati a carico non lavorano e non hanno altri redditi.

  37. Detrazione spese di trasporto pubblico

    E' possibile la detrazione delle spese di trasporto pubblico pagati sia per il contribuente stesso che per un familiare a carico. L' importo massimo detraibile è di 250 euro.

  38. Rinegoziazione e surroga del contratto di mutuo

    La rinegoziazione e surroga del contratto di mutuo viene registrata, per la detrazione degli interessi per l'acquisto dell' abitazione principale, considerando la quota capitale al momento della rinegoziazione, avvenuta con la stessa banca oppure un' altra banca quando si tratta di surroga.

  39. Importo massimo delle spese mediche

    L' importo massimo detraibile delle spese mediche non c'è, ma l' importo massimo che si può recuperare compilando la dichiarazione dei redditi, è costituito dall'importo delle imposte che sono state pagate l'anno precedente.

  40. Detrazione spese per DSA di familiari a carico

    E' possibile la detrazione di spese sostenute per DSA di familiari a carico minorenne o maggiorenne che sia, ma anche per il contribuente stesso.

  41. Convenienza tra la stipula di una assicurazione vita e la previdenza complementare

    La convenienza tra la stipula di una assicurazione vita e previdenza complementare viene determinata dal reddito che il soggetto, a cui viene intestato il contratto, ha come base imponibile.

  42. Spese detraibili e deducibili per persone con disabilità

    Le spese detraibili e deducibili per le persone con disabilità sono, oltre alle spese mediche:le spese per l'acquisto di veicoli e la loro riparazione straordinaria; le spese per i mezzi necessari all'accompagnamento, deambulazione locomozione e sollevamento; le spese per i sussidi tecnici e informatici; le spese per l' acquisto di cani guida; le spese di assistenza specifica rese da figure professionali specifiche.

  43. Erogazioni liberali con detrazione maggiore del 19%

    Esistono delle detrazioni che consentono una detrazione maggiore cioè quelle che consentono una detrazione del 26% , 30% e 35% sono in generale erogazioni liberali in denaro per un importo massimo di 30.000 euro a favore di Onlus o altre associazioni di promozione sociale.

  44. Detrazione dispositivi medici

    E' possibile la detrazione dei dispositivi medici quando si è in possesso dello scontrino fiscale o della fattura dal quale risulti chiaramente la descrizione del prodotto acquistato, non è valida la semplice dicitura "dispositivo medico".

  45. Spese mediche sostenute all'estero

    Si possono detrarre le spese mediche sostenute all'estero e per la documentazione redatta in lingua inglese, francese, tedesca o spagnola la traduzione deve essere eseguita a cura del contribuente. Mentre in caso di una lingua diversa la spesa deve essere accompagnata da traduzione giurata.

  46. Detrazione canoni leasing per abitazione principale

    È possibile la detrazione dei canoni pagati per l’abitazione principale per i contratti stipulati dal 1/1/2016 al 31/12/2020. La detrazione è consentita anche da costruire e che entrò un anno dalla consegna vengono adibiti ad abitazione principale.

  47. Interessi di mutuo per l'acquisto di abitazione principale

    E' possibile la detrazione degli interessi di mutuo per l' acquisto dell' abitazione principale.E' una detrazione che ha subito varie modifiche nel corso degli anni, oggi la detrazione viene riconosciuta al 100% dell' importo degli interessi, per chi acquista l'abitazione principale e stipula un mutuo di importo inferiore al valore di acquisto, altrimenti la % viene rideterminata in proporzione. L' importo massimo detraibile è di 4.000 euro.

  48. Spese per i lavori di ristrutturazioni edilizia

    E' possibile la detrazione delle spese per i lavori di ristrutturazione edilizia nella misura del 50% della spesa fino ad un massimo di spesa di euro 96.000, che viene rateizzata in 10 rate una per ogni anno.

  49. La detrazione per il riscatto dei contributi

    La detrazione per il riscatto dei contributi è possibile nella dichiarazione dei redditi, in particolare per gli anni non coperti da contributi effettuandone il versamento, cosiddetta "pace contributiva" può essere detratto nella misura del 50%